Iniezione


CMG produce macchine speciali per prodotti derivati dal processo di stampaggio a iniezione.

Si tratta di attrezzature tecnologicamente avanzate in grado di soddisfare tutte le esigenze di recupero.

Durante il processo di stampaggio a iniezione il materiale plastico subisce prima un processo di fusione e successivamente di iniezione all'interno di uno stampo chiuso ad elevata pressione. Dopo il raffreddamento, tale trasformazione da origine ad un prodotto finito.
parallax background

Questo processo realizza un infinita varietà di prodotti finiti partendo da tecnopolimeri e altre resine termoplastiche, i più comuni dei quali sono:


  • Polimeri clorurati (PVC)
  • Poliolefine (PE, PP)v
  • Poieterimmidi (PEI)
  • Polisufone (PSU)
  • Policarbonati (PC)
  • Poliammidi (PA 6, PA 66, PA 11, PA 12, PAMXD 6, PA 63T)
  • Resine acetaliche (POM)
  • Poliesteri (PET, PBT)
  • Polifenilsolfuro (PPS)
  • Resine stiroliche (MBS, MABS, ABS, SAN, PS)
  • Resine acriliche (PMMA)
  • Polifenilossidi (PPO)


MATERIALI TRATTATI

Il compito di trasformare in granuli gli scarti derivati dallo stampaggio ad iniezione è affidato a granulatori e trituratori CMG che sono in grado di ridurre i seguenti prodotti:
  • Matarozze
  • Scarti e sfridi di lavorazione di materiali plastici


SETTORI DI APPLICAZIONE

I principali settori di applicazione sono:
  • Industria automobilistica
  • Imballaggio
  • Edile
  • Ottico
  • Cosmetico
  • Biomedico
  • Elettronico
  • Industria di apparecchiature elettriche